dolci lievitati

Croissant sfogliati con lievito madre

Mi sono cimentata in un’altra ricetta utilizzando il mio amato lievito madre che, devo dire, mi sta’ dando un sacco di soddisfazioni e cosi’ eccovi qui i croissant sfogliati

Ovviamente come per tutte le preparazione con il lievito madre ci vuole del tempo e della pazienza ma…………….il risultato finale vi ripaghera’ di tutto………………….garantito…………..

DSC_0199Ingredienti

Preimpasto:
50 g lievito madre
120 g di acqua
120 g di farina manitoba
Impasto
dose di preimpasto
140 g farina manitoba
210 g farina 00
90 g di zucchero
1 tuorlo (conservate l’albume)
40 g di acqua
120 g di latte
semi di vaniglia
zeste d’arancia

 

Panetto grasso

250 g burro freddo
70 g farina 00

Preparazione
Preimpasto
Dopo aver rinfrescato il lievito madre scioglietelo nell’acqua, aggiungete la farina e amalgamate il tutto a formare una pasta piuttosto molle. Coprite e lasciate lievitare per tutta la notte
Impasto
La mattina seguente, in una planetaria ( o nel Bimby),  aggiungete al preimpasto le farine , lo zucchero il tuorlo d’uovo l’acqua ,il latte la vaniglia e le zeste dell’arancia e impastate fino a che non risulta un panetto liscio ed omogeneo. Avvolgetelo in una pellicola e mettete a riposare in frigo per almeno 1 ora.
Panetto grasso
Nel frattempo prendete il burro freddo, unitelo alla farina in planetaria o nel Bimby ed amalgamate il tutto molto velocemente ( non fate sciogliere il burro). Prendete ora il panetto di burro mettetelo tra due fogli di carta forno e con il mattarello cercate di dargli una forma a rettangolo alto circa mezzo cm e mettete in frigo per almeno un’ora.
Tirate fuori dal frigo l’impasto e stendetelo in modo da ottenere un rettangolo molto lungo e largo circa 25 cm.Prendete  il panetto grasso nel frigo e tenendolo sempre tra i due fogli di carta forno, lavoratelo col mattarello fino ad ottenere un rettangolo lungo 2/3 del rettangolo dell’impasto steso e largo un paio di cm in meno.
Iniziate le sfogliature che dovranno essere fatte per 3 volte con le pieghe a 3, ognuna con una pausa in frigo di almeno 45′
Dopo l’ultimo passaggio in frigo procedete alla formazione dei cornetti. Stendete l’impasto cercando di formare un lungo rettangolo con un’altezza di 20 cm circa.Tagliate in modo da formare tanti triangoli. Fate una piccola incisione di un paio di cm al centro della base . Prima di arrotolarli prendete con le mani le due estremità del triangolo e tirate in maniera da stendere meglio l’impasto.Iniziando dal basso iniziate ad arrotolare per bene per dare la classica forma del cornetto.Sistemate poi a lievitare i cornetti  su di una placca da forno con la punta del vertice sotto, altrimenti rischiate che in cottura si alzi DSC_0158
Coprite con un canovaccio e lasciate lievitare fino a che non siano raddoppiati ( non posso dare un tempo preciso ma i miei hanno impiegato circa 3 ore a 21°)
DSC_0181 2Una volta raddoppiati spennellateli con l’albume avanzato leggermente battuto e cospargete di zucchero semolato o zucchero di canna o con le codette di zucchero ( a piacere)
Infornate a forno caldo a 180° modalita’ ventilato e fate cuocere per circa 20/25 minuti e in ogni caso fino a che la superficie non risulti di un bel colore dorato
Sfornate e mettete a raffreddare su di una grata.DSC_0186
Consiglio di consumarli subito perche’ vi assicuro che la fragranza ed il profumo sono da urlo………….
DSC_0192DSC_0200 2-1Se dovessero avanzare vi consiglio di congelarli gia’ cotti e al momento della consumazione farli scongelare e passarli qualche minuto in forno a 140°
Buon appetito

 

Print Friendly

Colomba pasquale

Mi sono avventurata  nella produzione della colomba pasquale………….. e’ la prima volta che ci provo ………navigando un po’ su internet ho cercato di farmi un’idea di come fare ed eccomi qua…………LA MIA PRIMA COLOMBA!!!!!!!!!!! Il risultato non e’ male ma posso perfezionare qualcosa e nei prossimi giorni ci riprovero’ e vi proporro’ una ulteriore ricetta
DSC_0125
Ingredienti
1° impasto
120 g di pasta madre 
250 g farina 1
80 g zucchero semolato
90 g acqua
 4 tuorli
90 g burro morbido
2° impasto
primo impasto
130 g farina 1
2 g malto
30 g zucchero di canna
50 g zucchero semolato
10 g latte in polvere
30 g mix profumato
4 tuorli
30 g acqua
60 g burro morbido
2 gr sale
200 g arancio candito
mix profumato
40 g miele

80 g arancio candito

1 bacca di vaniglia

3 cucchiai di acqua di fiori d’arancia

Nel microonde fate scaldare il miele nel quale aggiungerete poi l’arancio, l’acqua di fiori d’arancio ed i semi di una bacca di vaniglia, mescolate bene e riducete tutto in pasta con un minipimer
glassa
60 g mandorle
30 g mandorle amare
200 gr zucchero semolato
20 g farina di mais
20 g di fecola di patate
20 g farina 1
80 g di albumi
Versate nel mixer o nel Bimby le mandorle e lo zucchero, riducete in polvere, aggiungete quindi le farine ed infine unite gli albumi e miscelate il tutto fino ad ottenere una glassa dalla consistenza abbastanza solida. Mettete in frigo ed utilizzatela il giorno dopo per glassare la superficie della colomba avendo l’accortezza di tirarla fuori dal frigo qualche ora prima 
guarnizione
codette di zucchero
mandorle 
zucchero a velo
Preparazione
1° impasto
Sciogliete lo zucchero nell’acqua nella quale aggiungete poi il lievito madre che scioglierete con un mixer o nel Bimby
Aggiungete ora due tuorli, miscelate ed unite  250g di farina, quindi impastate fino a che l’impasto non appiccica piu’, a questo punto unite i restanti tuorli  ed impastate fintanto che l’impasto non risultera’ asciutto. Ora unite il burro morbido ed impastate fino a completo assorbimento del burro.
Mettete a lievitare in una ciotola coperta con della pellicola per 12/14 ore ( io tutta la notte) a t.a.
2° impasto
Prendete il primo impasto lievitato ed aggiungete lo zucchero, i tuorli, l’acqua ed il malto ed iniziate ad impastare, aggiungete poi la farina, il sale il mix profumato e continuate ad impastare fino a che risulti tutto liscio ed omogeneo. Ora aggiungete il latte in polvere,  amalgamate fino a che sia tutto omogeneo, aggiungete il burro , i canditi ed impastate ulteriormente fino a che tutto non appare ben amalgamato
La dose che ne risulta e’ di in po piu’ di 1 kg, potete farne una colomba da 1 chilo o 2 colombe da 1/2 ( io ne ho fatte 2 da 500 g)
Se decidete di fare un unica colomba da kg prendete l’impasto e dividetelo a meta’, stendete le pezzature , dategli 2 pieghe e mettetele a lievitare per 30 minuti. Se invece come me decidete di farne due da 500 g dividete in 4 parti l’impasto e procedete come sopra descritto.
Trascorsi i 30 minuti formate con le pezzature dei rotolini che adagierete nello stampo a formare una croce ( praticamente un rotolino per il corpo ed uno per le ali della colomba)DSC_0113 2
Fate adesso lievitare a 28°  in forno con la luce accesa . Per i tempi di lievitazione non posso darvi un tempo perche’ dipende dalla temperatura, dalla farina e dal lievito( a me ci sono volute circa 8 ore), ma quando l’impasto avra’ raggiunto un cm dal bordo, togliete la pellicola in modo d far asciugare leggermente la superficie dopodiche’ con una sac a poche copritele con la glassa che avrete preparato in precedenza. Livellatela ed aggiungete le mandorle, le codette di zucchero e lo zucchero a velo.
Infornate in forno caldo statico a 160° per circa 50 minuti  
Sfornate, infilzate le colombe con dei ferri da maglia e lasciatele asciugare a testa in giu’ in modo che non collassino.
Io ho usato un metodo molto casalingo per il raffreddamento……….. ho utilizzato uno stendibiancheria……….in pratica ho steso le mie povere colombeDSC_0133

Lasciatele capovolte per circa 5 ore, dopodiche’ giratele e fatele riposare per altre 5/6 ore prima della degustazione.

 

DSC_0116 2Il giorno dopo la colomba  e’ ancora piu’ buona.

Per la conservazione vi consiglio di metterla  in una busta di cellophane 

Buon appetito
Print Friendly

Pandolce genovese


Lo  ammetto …… sono un po in ritardo……. ma …………………..ecco il mio pandolce genovese “alto” in una versione piuttosto veloce 
( la ricetta originale prevede dei tempi molto lunghi e l’utilizzo del lievito madre)



DSC_0066-1


Ingredienti


300 g farina “00”

200 g farina di manitoba

25 g di lievito di birra

150 g di zucchero

1 pizzico di sale

100 g di burro morbido

250 g di acqua

150 g di uvetta

100 g di canditi

100 g di pinoli

2 cucchiai di acqua d’arancio

2 cucchiaini  di semi di finocchio

Preparazione

 Iniziate diluendo in una ciotola il lievito con 50 g di acqua, 50 g di farina e 1 cucchiaino di zucchero e lasciate fermentare per 30 minuti.

Unite quindi il composto fermentato con la restante farina, lo zucchero il burro tagliato a pezzetti , il sale e l’acqua e iniziate a lavorare a mano o con una planetaria fino a che l’impasto risulta liscio ed  omogeneo.

Unite ora l’uvetta ammorbidita nell’acqua e ben strizzata, i canditi, i pinoli e i semi di finocchio e amalgamate il tutto fintanto che risulta tutto omogeneamente distribuito nell’impasto.

Trasferite ora tutto in  una terrina e lasciate lievitare per non meno di 3 ore in un luogo tiepido e lontano da correnti.

Trasferite l’impasto cosi’ raddoppiato sul piano di lavoro , date una forma tonda o se preferite dividete l’impasto in 10 pezzature e formate dei piccoli pandolci.

DSC_0038

Trasferite su di una teglia ricoperta di carta da forno e fate lievitare per altre 3 ore coprendo con un canovaccio.

Al momento della cottura praticate 3  tagli sulla sommità di ciascun pandolce disegnando un triangolo ed infornate a 180° ( forno statico) per 1 ora

Se decidete di fare dei pandolci piu’ piccoli anziche’ un unico pandolce, cuocete per circa 35 minuti

DSC_0081DSC_0063

DSC_0079

 

 Buon appetito………e Buon Natale a tutti………
Print Friendly

Torta Gentile

Oggi voglio pubblicare questa ricetta  che ho fatto alcuni giorni fa’ 
Non e’ sicuramente una delle ricette piu’ veloci da fare ed e’ anche un po’ laboriosa ma vi garantisco che il risultato finale vi ripaghera’ del tempo e della fatica che le avete dedicato
Ho deciso di chiamarla Gentile in onore delle meravigliose nocciole “Tonda Gentile del Piemonte” ( varieta’ IGP prodotta nel Basso Piemonte) che ho utilizzato per questa torta 

 20131027_152313_1

Ingredienti

  • per 1 pan di Spagna ( per la ricetta clicca qui)
5 uova
150 g di zucchero
100 g di farina
50 g di fecola

 

  • per 10 bigne’ ( per la ricetta clicca qui)
110 gr. di acqua
100 gr. burro
105 gr. farina “00”
190 gr. uova intere
1 pizzico di sale
 
  • 1 dose di crema diplomatica ( per la ricetta clicca qui)
500 gr. crema chantilly
500 gr. crema pasticcera
20 gr. gelatina in soluzione
 
  • per la bagna
  • 200 m di acqua
  • 100 g di zucchero
  • 2 o 3 cucchiai di aroma alla nocciola 
  • panna montata per la guarnizione
  • 100 gr di nocciole ( Tonda Gentile del piemonte) ridotte in granella
  • 100 gr di mandorle in lamelle
Preparazione

Per prima cosa iniziate con il preparare il pan di Spagna ( del diametro di cm 24) e  i bigne’ cosi’ da avere il tempo di far raffreddare tutto ( potete preparare il pan di Spagna anche il giorno prima in modo da velocizzare la ricetta)

Procedete poi alla preparazione della crema Diplomatica come da ricetta base. Quindi preparate della bagna per il pan di Spagna. Per realizzare una bagna per torte  mettete in un pentolino l’acqua e lo zucchero e scaldate a fuoco moderato fino a che lo zucchero non si sarà completamente sciolto . Una volta che il vostro sciroppo e’ tiepido, aggiungete il bicchierino di estratto di nocciola e mescolate.

 Tagliate a questo punto il pan di Spagna in 3 dischi, bagnate il primo strato di pan di Spagna con lo sciroppo alla nocciola, aiutandovi con un pennello in silicone e trasferitelo o su di un piatto da portata o su un’alzata. Ricoprite lo strato con una parte della crema Diplomatica aiutandovi con una spatola, coprite con il secondo disco ( che avrete bagnato con lo sciroppo), spalmate altra crema ed infine coprite con il terzo strato anch’esso bagnato con lo sciroppo.

A questo punto con l’aiuto della spatola coprite tutta la torta co la crema Diplomatica partendo dai lati( conservatene una parte per i bigne’) , stando fermi con la spatola e facendo girare il piatto. Coprite ora  anche il top della torta e rivestitelo con le lamelle di mandorla. I bordi della torta invece rivestiteli completamente con la granella delle nocciole 

Prendete i bigne’ , riempiteli con la crema Diplomatica che vi e’ avanzata e adagiateli sopra alla torta ( io ne ho messi nove intorno alla circonferenza ed uno al centro)
Tra un bigne’ e l’altro ornate con dei ciuffi di panna montata aiutandovi con una sac a poche con un beccuccio a stella. Spolverate con dello zucchero a velo.
 Torta pensione Roberta
 
 
Se  servite la torta  il giorno stesso conservatela in frigo  ( almeno per 4 ore prima di servirla)
Altrimenti conservatela nel congelatore avendo l’accortezza di tirarla fuori almeno 12 ore prima della consumazione e di farla scongelare in frigo
 
Buon appetito

Con questa ricetta partecipo al contest

 
La-Torta-di-Compleanno-la-Porto-Io-2-1

                          http://www.sorrincucina.it/wp-content/uploads/2014/11/La-Torta-di-Compleanno-la-Porto-Io-2.jpg

Print Friendly

Stella alla nutella

20131128_173500

 

Ingredienti
250 gr di farina 00
250 gr di farina manitoba
2 uova intere
60 gr zucchero
180 gr di latte
30 gr burro
1/2 cubetto di lievito di birra 
 nutella

Preparazione

 

Iniziate preparando il  pan brioche che otterrete mescolando in una ciotola le due farine, sale e zucchero,  aggiungete  poi il lievito che avrete fatto sciogliere in un po’ di latte tiepido e iniziate a lavorare  (con l’impastatrice o a mano o con il Bimby). Procedete aggiungendo poco alla volta il latte restante e le uova. Infine tagliate a cubetti il burro(temperatura ambiente) ed amalgatelo al preparato. Dopo aver ottenuto un impasto uniforme ed elastico, lasciatelo lievitare per circa 3 ore, controllando che le sue dimensioni raddoppino. Al termine della lievitazione, dividete il panetto in quattro parti uguali  che stenderete singolarmente con un matterello formando dei dischi di circa 26 cm di diametro. Appoggiate il primo disco su un foglio di carta da forno e ricopritelo di nutella. Unite il secondo disco facendolo aderire perfettamente al primo e sigillando bene i bordi. Poi procedete spalmando la nutella anche sul secondo disco, ripetendo la procedura fino all’ultimo disco (che non dovrà essere ricoperto di cioccolata).La brioche dovrà essere divisa in 4 spicchi con l’ausilio di una rotella  avendo cura di lasciare intatto il centro, gli spicchi dovranno essere ulteriormente divisi in altre due metà (16 spicchi in totale) .

20131128_170136

Trasferite la brioche in una teglia o sul piatto da forno e modellate la stella prendendo due spicchi vicini e girandoli verso l’esterno attorcigliandoli, ed estendendo poi la procedura al resto del preparato.Lasciate lievitare il pan brioche per un’altra ora e poi cuocete in forno per 25/30 minuti a 180°. 

Buon appetito

VERSIONE BIMBY

Inserite il latte e il lievito nel boccale ,1min 37°vel. soft.
Aggiungete quindi tutti gli altri ingredienti lasciando il sale per ultimo.Impastare 3min modalità pasta.
Procedete quindi come ho descritto sopra


20131128_173424

 

Print Friendly

Torta di mele con copertura profumata

Oggi vi voglio proporre una ricetta dolce, ovvero questa profumatissima torta di mele.
E’ una ricetta veloce e di facile esecuzione  che vi garantisco non vi deluderà
torta

 

Ingredienti
5 mele
3 uova intere
1 bicchiere di zucchero  ( la capacita’ del bicchiere deve essere di 250 ml )
1 bicchiere di olio di semi
1½ bicchiere di farina 00
10 gr. di lievito per dolci
1 cucchiaio di cannella in polvere
1 pizzico di sale
Per la copertura
80 gr. di burro
80 di zucchero
80 gr. tra mandorle e noci

 

Preparazione
Iniziate sbucciando e tagliando a tocchetti le mele, spolveratele con la cannella, amalgamate bene e mettete da parte.
Montate le uova con lo zucchero, unite a filo l’olio di semi e continuando a mescolare la farina setacciata, il lievito ed il sale.
Imburrate una teglia a cerniera  del diametro di cm 24 (o in alternativa foderatela con della carta forno) e ricoprite completamente il fondo con le mele preparate in precedenza.
Versate ora sopra alle mele l’impasto ed infornate in forno caldo a 180° per circa 45/50 minuti 
Mentre la torta e’ in forno preparate la copertura facendo sciogliere lo zucchero nel burro senza  arrivare a bollore. Una volta sciolto completamente lo zucchero unite la frutta secca tritata non troppo finemente, aggiungete 2 cucchiai di acqua calda e continuate la cottura per alcuni minuti ( il composto sovra’ risultare semiliquido)
Quando la torta e’ pronta, sfornatela,  ricopritela con la copertura e rimettetela a riposare  in forno spento per altro 30 minuti
Trascorso questo tempo riaccendete il forno e utilizzando solo il grill  far asciugare per qualche minuto in modo da indurire la copertura e da conferirle quel bel color nocciola
Potete servire la torta sia tiepida che fredda, magari accompagnata da del gelato alla vaniglia o da una crema inglese
Buon appetito a tutti
 

 

DSC_0387-2

Con questa ricetta partecipo al contest di Simona del blog  Love Cooking
 
Print Friendly

Ciambellone sardo

La ricetta di questa meravigliosa e semplice ricetta mi e’ stata data da una signora sarda che ho conosciuto alla festa della tosatura delle pecore in un paese dell’entroterra sardo  “Sa Tundimenta”.
Sa Tundimenta è un rito antichissimo che consiste nella tosatura estiva della pecora che viene così liberata dal manto.
La fine della primavera, con l’estate alle porte, è il momento de Sa Tundimenta che coincide con il periodo di rientro delle pecore dalla transumanza è un evento che coinvolge tutta la famiglia che si prepara all’evento
Ovviamente non può mancare il classico banchetto a base di pecora che fà da contorno a quella che è a tutti gli effetti una vera e propria cerimonia
 
 
 

CIAMBELLONE SARDO di Ardauli

 

Ingredienti

400 zucchero 4 uova( io metto 300 gr. di zucchero)
500 farina
1 bustina di lievito
1 limone
250 latte
1 bicchiere olio oliva
 

Procedimento

 
Montare le uova intere con lo zucchero quindi unire delicatamente la farina la scorza grattugiata del limone il latte il bicchiere di olio ed infine il lievito.
Versare in uno stampo da ciambella ed infornare in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti.
 
P.S. a breve postero’ le foto
Print Friendly

Ciambella sarda 1

Ingredienti

  • 300 gr. ricotta di pecora freschissima
  • 300 gr. di farina
  • 200 gr. di zucchero semolato
  • 3 uova
  • la scorza di 1 limone non trattato
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo
  • burro e farina per imburrare la tortiera
 

Utensili

  • frusta o planetaria
  • teglia da cm 24
  • grattugia
  • setaccio
 

Preparazione

setacciate la farina con il lievito,setacciate la ricotta in una ciotola e lavoratela con lo zucchero, la sorza di limone ed i tuorli ( a parte conservate gli albumi).
Continuando a mescolare, unite poco alla volta la farina e  quando il composto risulta ben amalgamato aggiungete gli albumi che avrete montato a  neve.
Amalgamateli delicatamente dal basso verso l’alto in modo da non far sgonfiare il composto
Imburrate una tortiera da 24 cm di diametro, versate il composto con delicatezza e infornatelo in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti ( io uso il forno ventilato)
Far raffreddare la torta su di una griglia e quando e’ completamente raffreddata spolverare con abbondante zucchero a velo
Print Friendly