primi piatti

Spaghetti…… acciugosi

Oggi vi propongo questa ricette facilissima, veloce e molto gustosa per chi come me adora le acciughe salate 
E’ davvero rapidissima, giusto il tempo di cottura degli spaghetti e via…………. con le gambe sotto al tavolo e magari con in mano un bel bicchiere di Pigato o un Is Argiolas
DSC_0382 3
Ingredienti (per 4 persone)
 400 g spaghetti
2 acciughe sotto sale 
1 spicchio d’aglio
pane grattato
peperoncino
olio EVO
 
Procedimento
 Innanzi tutto mettete a cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata e mentre la pasta cuoce preparate la salsa che servira’ per condirla
Prendete una capiente padella e mettete a soffriggere l’aglio tritato molto finemente e le acciughe (dissalate)  tagliate grossolanamente, soffriggete fino a che le acciughe non si saranno sciolte , nel frattempo in un padellino mettete ad abbrustolire del pane grattato con dell’olio ed uno spicchio di aglio ( che poi eliminerete)
Scolate la pasta molto al dente ed ultimate la cottura nella padella contenente la salsa di acciughe aggiungendo del peperoncino e un po’  per volta l’ acqua di cottura della pasta ( si deve formare una salsina grazie all’amido della pasta)
Impiattate e spolverate con abbondante pane grattato tostato
 
Un consiglio non aggiungete del sale , e’ piu’ che sufficiente quello delle acciughe
DSC_0387 2
 
 
Buon appetito
Print Friendly

Pasta e fagioli

Oggi  e’ una giornata decisamente uggiosa ed autunnale.
E’ una di quelle giornate in cui hai bisogno di qualcosa che ti conforti e che ti scaldi cosi’ ho deciso………………………….preparo pasta e fagioli……… magari accompagnata da un bel bicchiere di Cabernet Sauvignon 
DSC_0382
Ingredienti
700 g di borlotti freschi ( in alternativa potete usare i fagioli in scatola)
200 g di ditali rigati 
2 spicchi d’aglio
100 g di pancetta affumicata a dadini
2 foglie di salvia
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
olio 
sale
pepe
 
Preparazione
Per prima cosa se utilizzate i fagioli freschi fateli cuocere in una pentola coperti di acqua fredda a fuoco lento per circa 40/50 minuti ( aggiungete il sale solo alla fine)
In un tegame mettete a soffriggere nell’olio i 2 spicchi d’aglio interi  leggermente schiacciati, le foglie di salvia , il rosmarino e la pancetta tagliata a dadini. Dopo circa 2 minuti ( in ogni caso quando la pancetta e’ diventata trasparente) aggiungete parte dei fagioli  che avete fatto cuocere in precedenza e fate soffriggere per altri 2 minuti ( 3 o 4 mestoli dovrete passarli con il passaverdura o frullarli con il frullatore ad immersione).
Aggiungete ora il concentrato di pomodoro, l’acqua di cottura dei fagioli  e i fagioli che avete frullato e lasciate insaporire il tutto per qualche minuto.
A questo punto aggiungete la pasta ed eventualmente allungate con un po’ di acqua calda se il preparato dovesse risultare troppo spesso
I ditali cuociono in circa 4 minuti ( vi consiglio di non farli cuocere oltre altrimenti rischiate che diventino troppo molli)
Servite con un filo di olio EVO a crudo ed una bella spolverata di pepe macinato al momento
 
Questa volta ho utilizzato come tipo di pasta i ditali ma spesso preparo dei maltagliati e devo dire che la pasta fresca e’ perfetta per questa preparazione 
DSC_0379
 
Se vi dovesse avanzare…………….. e’ ottima anche il giorno dopo
  
Buon appetito
 
 VERSIONE BIMBY

Per prima cosa frullate parte dei fagioli con un po’ di acqua di cottura 5 sec vel 5 e mettete da parte , quindi mettete   nel coperchio chiuso  la pancetta, l’aglio, il rosmarino e la salvia   unite l’olio  e soffriggete 3 min. 100° vel 1  . Eliminate l’aglio e aggiungete i  fagioli passati , il concentrato di pomodoro e 2 mestoli di acqua  e cuocere 20 min.  100° vel 1. Unite la pasta ,aggiustate di sale  e cuocete per tempo indicato sulla confezione a 100° vel  impostazione mescolare dolceFunzionamento in senso antiorario. Aggiungete i fagioli rimasti a 5 minuti dal termine della cottura. Lasciate riposare 5 minuti e servite con un filo d’olio EVO e una spolverata di pepe

 
Print Friendly

Quinoa con pollo e zucchini

 

 
 
Per chi non conoscesse la Quinoa cliccate qui per avere alcune informazioni
DSC_0362 Ingredienti per 4 persone

 

250gr. di Quinoa
500 gr. di acqua
mezzo petto di pollo
4 zucchini
cipolla
curry
curcuma
salsa worchester
sale
paprika piccante
olio EVO
Preparazione
Iniziate sciacquando la Quinoa quindi fatela bollire in una pentola per 15 minuti fino a che l’acqua sara’ completamente assorbita.
Mentre la quinoa cuoce fate soffriggere in una padella la cipolla con dell’olio e,una volta che è imbiondita ,unite il petto di pollo tagliato a dadini piuttosto piccoli.
Fateli saltare per qualche minuto , unite gli zucchini tagliati anch’essi a dadini, aggiungetr le spezie ed il sale e lasciate cuocere per qualche minuto. Aggiungete ora la quinoa cotta , saltate per un altro minuto e servite
Buon appetito
Print Friendly

Spaghetti aromatizzati al limone con sugo di scorfano

 
Stamattina sono andata al mercato e sul banco del pesce ho trovato dei BELLISSIMI ( si fa’ per dire) scorfani ed ho così’ deciso di acquistarli e di preparare un sugo con il quale condire degli spaghetti alla chitarra che ora vi propongo, prima pero’ vi voglio parlare un po’ di questo pesce non molto bello ma vi assicuro molto, molto buono
È un pesce  diffuso nell’Oceano Atlantico orientale, dalle isole britanniche al Marocco, nelle Canarie, nelle Azzorre e nel Mar Mediterraneo. Vive sui fondali duri, rocciosi o corallini, tra i 20 e i 200 m di profondità.
E’ dotato di spine velenose sul dorso che agiscono anche dopo l’uccisione dell’animale, ma la tossina è termolabile e sparisce con la cottura. ( consiglio quindi di comprarlo già’ sfilettato se non siete molto esperti nella sfilettatura)
Nel Mediterraneo sono diffusi lo scorfano rosso, di colore rosso scuro e maculato, lungo fino a 50 cm; lo scorfano nero, lungo al massimo 25 cm, di colore nero marezzato di rosso; lo scorfano di fondale, di colore bruno-rossiccio con fasce verticali incomplete di colore più scuro e ventre con macchie biancastre, lungo al massimo 30 cm.
Lo scorfano rosso è più pregiato, ha carni sode e gustose ed è indicato nella preparazione della zuppa di pesce.
Si cucina lesso, in umido con pomodoro e rientra nella preparazione di zuppe di pesce e brodetti.
Con la sua polpa, aglio, olio, prezzemolo e basilico si preparano condimenti per pastasciutte.
Lo scorfano è un pesce di fondo dalla carne estremamente compatta e gustosa. Notevoli sono anche i suoi valori nutrizionali: è ricco di proteine di buon valore biologico e povero di grassi, per lo più polinsaturi, quindi benefìci per il cervello e il sistema cardiocircolatorio.
È ideale nei regimi dietetici ipocalorici e per tutti coloro che hanno problemi di digestione. Per l’elevata digeribilità è adatto a tutte le fasce di età.
Come scegliere
• Lo scorfano deve presentare all’acquisto un corpo rigido, addome sodo e aspetto lucido.
• L’occhio sporgente e brillante.
• Se disponibile in filetti questi devono presentare un colore madreperlaceo, senza odori forti.
Cosa evitare
• Corpo flaccido, curvo, scolorito e smorto.
• Occhio opaco, spento, rientrante.
• Filetto con odore forte.
Come conservare
È un pesce molto delicato che deve essere consumato il giorno stesso dell’acquisto. Sfilettato si conserva in frigorifero per 1 giorno in un contenitore a chiusura ermetica.

DSC_0384

Ingredienti

400 gr.di spaghetti alla chitarra da ricetta base alla quale però dovete aggiungere la scorza grattugiata di 1 limone non trattato
3 scorfani di media grandezza dalla quale dovete ricavare 6 filetti ( in alternativa fatevi preparare i filetti dal vostro pescivendolo)
6/7 pomodori piccadilly
vino bianco
1 spicchio d’aglio
prezzemolo
peperoncino
sale
olio EVO
 

Procedimento

Iniziate preparando la pasta seguendo la ricetta che ho pubblicato in precedenza
( cliccate qui) aggiungendo però all’impasto la scorza del limone grattugiata.
Sfilettate gli scorfani è tagliate i filetti a dadini , spellate i pomodori ( incideteli a croce su una estremità ed immergeteli per pochi minuti in acqua bollente e subito dopo in acqua fredda così facendo la buccia verrà via in un momento) eliminate i semi e fate una Concassé ( una tecnica culinaria utilizzate per certe verdure ,in particolare il pomodoro, che consiste nello scottare rapidamente in acqua bollente il vegetale, per poi poterlo pelare, eliminando in questo modo facilmente la buccia e quindi ridurre a tocchetti.)
Tritate aglio e prezzemolo ( un po’ del prezzemolo tritato tenetelo da parte)
A questo punto con gli ingredienti pronti iniziate la cottura del sugo e della pasta; in una padella date soffriggere l’aglio e il prezzemolo quindi aggiungete i dadini di pesce alzate la fiamma è sfumate con del vino bianco. Una volta che il vino è sfumato aggiungete i pomodori  è fate cuocere per pochi minuti .
Scolate la pasta al dente trasferitela nella padella contenente il sugo e far saltare per 1 minuto aggiungendo se necessario un po’ di acqua di cottura della pasta.
Spolverate con del prezzemolo tritato ed impiattate
Buon appetito

 DSC_0387-1

Print Friendly

Quinoa con verdure di stagione

DSC_0387
 
Giorni fa’ al mercato rionale vicino a casa  ho acquistato la quinoa un alimento a me assolutamente sconosciuto e oggi ho provato a cucinarlo .
Qui di seguito vi propongo il piatto che ho fatto, a me e’ piaciuto molto e spero che sia altrettanto gradevole anche per voi
Per chi come me non conosceva la quinoa vi rimando a questo link per avere informazioni in merito 

Ingredienti per 4 persone

 

250 gr. di quinoa
500 gr. di acqua
3 zucchini
1 peperone giallo
1 peperone rosso
3 cipollotti
1 cucchiaio o di curry
1 cucchiaino di paprika dolce
menta ( possibilmente fresca)
olio EVO q.b.
sale q.b.

DSC_0242

Preparazione

 

La prima cosa da fare e’ sciacquare molto bene sotto l’acqua corrente la quinoa che avrete messo in un colino a maglie fitte. E’ molto importante questo passaggio per eliminare la saponina presente naturalmente nella quinoa che la renderebbe piuttosto amara.
Mettete quindi la quinoa e l’acqua in una pentola ( tutto a freddo e senza sale) coprite con un coperchio e fate cuocere per 15 minuti ( alla fine della cottura l’acqua dovrà’ essere completamente assorbita)
 scolatela in un colino per eliminare l’eventuale poca acqua rimasta.
Nel frattempo tagliate tutte le verdure e mettetele in una padella con dell’olio iniziando per prima a far soffriggere i cipollotti e proseguendo unendo tutte le altre verdure.
Fate cuocere e fiamma viva per circa 5 minuti ( le verdure non devono stufare ma rimanere belle croccanti)
Unite adesso il curry,  la paprika, la menta , il sale  ,la quinoa cotta e saltate il tutto a fuoco vivace per 1 minuto
 

 

 

Print Friendly

Penne ai peperoni

DSC_0385

Ingredienti per 4 persone

 
400 gr. di penne
3 peperoni rossi arrostiti e pelati
3 peperoni gialli arrostiti e pelati
1 spicchio d’aglio
1 acciuga salata
prezzemolo
olio EVO
sale
peperoncino o paprika
 

Preparazione

 
Iniziate mettendo a cuocere la pasta, nel frattempo preparate il sugo, prendete i peperoni rossi metteteli in un contenitore aggiungete dell’olio, del sale e riducete in crema usando un mixer ad immersione, mettete da parte.
Prendete adesso i peperoni gialli e tagliateli prima a striscioline e poi a cubetti, metteteli in una padella nella quale avete fatto soffriggere dell’aglio e una acciuga dissalata, aggiungete del prezzemolo , il sale e fate cuocere per pochi minuti, il tempo necessario per far insaporire il tutto. Spegnete ed aggiungete la crema di peperoni rossi.
 
 
DSC_0378
Scolate la pasta molto al dente ( circa 4 minuti prima della fine della cottura indicata sulla confezione) e mettetela nella padella con i peperoni , finite di cuocere aggiungendo dell’acqua di cottura della pasta 
Servite spolverando con del prezzemolo tritato e della paprika
 
DSC_0381-1
 
Print Friendly

Spaghetti alla chitarra

Da oggi nella mia cucina e’ entrato un nuovo meraviglioso attrezzo, la CHITARRA
La chitarra è uno strumento simile ad un telaio, generalmente di legno, di forma rettangolare e attraversato da parte a parte da fili metallici tesi, sopra i quali viene pressata la sfoglia di pasta all’uovo con un matterello .Questa sfoglia viene detta “pettela” in dialetto abruzzese.
Dopo aver pressato le pettele si passa una mano sotto i fili metallici per far scendere la pasta, imitando il movimento di chi suona le corde della chitarra, da qui il nome.
Gli spaghetti così ottenuti avranno una sezione quadrata anziché rotonda come i classici spaghetti di semola di grano duro, e uno spessore leggermente superiore, di 2-3 mm per lato.
Anche la porosità della pasta cambia e risulta essere maggiore di quella di semola, questo fa sì che gli spaghetti alla chitarra abbiano una maggiore capacità di assorbire il sugo e di aderire al condimento scelto.
Per questo motivo tradizionalmente gli spaghetti alla chitarra vengono abbinati a sughi rossi, come il ragù di carne o di salsiccia, ma anche di agnello, di pecora, di lepre, di cinghiale o di cacciagione in genere.
Ingredienti per 6 persone
 
  • 150 gr. di farina di grano tenero “00”
  • 350 gr. di semola di grano duro rimacinata
  • 5 uova intere

 

Procedimento
formate con le due farine una fontana sulla spianatoia, aggiungete le uova intere 
 
 
 ed iniziate a mischiare gli ingredienti fino a formare una palla, impastate con energia per almeno 10 minuti fino a che la pasta risulta liscia ed elastica.
 
 A questo punto avvolgetela in un po’ di pellicola e lasciatela riposare per almeno 30 minuti a temperatura ambiente.
Trascorsi almeno 30′ procedete alla stesura della sfoglia con un mattarello o con la macchina; formare delle striscie larghe circa 20 cm  lunghe 30 cm e spesse almeno 4mm
posizionatele sui fili della chitarra e con un mattarellino passare piu’ volte sulla sfoglia in modo da tagliare la pasta e formare gli spaghetti.
 Aggiungere un po’ di semola sugli spaghetti e lasciarli asciugare sull’asse di legno
Farli cuocere in acqua bollente salata per circa 4 minuti ( devono venire a galla) e condirli a piacere , io in questo caso li ho fatti saltare in padella con parte del sugo dei moscardini affogati ( per la ricetta clicca qui) 
 

Versione Bimby

 
Inserire nel boccale le due farine e le uova , quindi impostare 3′ funzione  spiga, estrarre l’impasto e procedere come sopra
 
 
Print Friendly

Spaghetti con la bottarga

Alcuni giorni fa’ degli amici ( Laura e Paolo)  mi hanno portato dalla mia amata Sardegna vari prodotti tipici tra cui della bottarga di muggine ( per saperne di più’ clicca qui)
e non potevo non  utilizzarla almeno in parte per cucinare questo primo piatto veloce e saporitissimo
 
 
 

Ingredienti

( per 4 persone)
 
  • 400 gr. di spaghetti
  • bottarga ( di muggine o di tonno)
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio EVO
  • prezzemolo
  • paprika o peperoncino

 

Preparazione

Iniziate mettendo la pentola piena d’acqua sul fuoco e quando arriva a bollore buttate la pasta; nel frattempo tritate l’aglio e  fatelo soffriggere in olio d’oliva ( abbastanza abbondante). Aggiungete anche il prezzemolo tritato e  la paprika .Spegnate il fuoco ed aggiungete 2 cucchiaini di bottarga
Scolate molto al dente la pasta direttamente nella padella contenente  il soffritto ed ultimate la cottura a fuoco vivo aggiungendo quando necessario altra acqua di cottura 
Spegnete il fuoco e mantecate aggiungendo olio a crudo, prezzemolo tritato e bottarda

 

Print Friendly