Rinfresco lievito madre

Per mantenere in vita la nostra pasta madre e’ necessario “rinfrescarla” darle cioe’ alimenti nuovi in modo da continuare il ciclo di produzione dei fermenti necessari a far lievitare i nostri prodotti
Le dosi del rinfresco sono:

STESSA QUANTITA’ DI PASTA MADRE / FARINA E META’ QUANTITA’ DI ACQUA

Esempio:
100 gr pasta madre
100 gr farina (ottima la 00)
50 gr di acqua

il procedimento  si può fare sia  a mano , sia in planetaria che con il Bimby, in ogni caso è bene diluire prima la nostra pasta madre nell’acqua e poi aggiungere la farina

 Conservazione:
Il modo più semplice  è metterlo in un barattolo  di vetro.  Dopo averlo rinfrescato, formate una palla, con un coltello incidete una croce, e poi lo trasferite nel contenitore di vetro chiudendo il tappo  . Potete lasciarlo a temperatura ambiente ma in questo caso lo dovrete rinfrescare ogni giorno,  oppure potete conservarlo  in frigorifero dopo averlo lasciato un’ora a temperatura ambiente per dare avvio alla fermentazione, in questo modo  lo rinfrescherete meno frequentemente, cioè  ogni 4 o 5 giorni. In questo caso al momento del rinfresco lo riprendete dal frigorifero, lo lasciate acclimatare un paio d’ore e   rinfrescate come sopra descritto( io personalmente lo conservo in frigo)

Questo e’ il mio lievito madre rinfrescato e messo in frigo da circa 6 ore

DSC_0113

 

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.